La Gioiella G.d.C. saluta il 2018 con un importante successo al Pala Ubi Banca di Cuneo. La compagine biancorossa batte la BAM Acqua San Bernardo in tre set (12-25, 21-25, 21-25), sfatando così il tabù trasferta ed iniziando nel migliore dei modi la fase di ritorno della pool Blu.
Una prestazione sontuosa, sia a muro (13 chiusure vincenti) che al servizio (6 aces), proietta Prolingheuer e soci al quinto posto in classifica, a tre punti dalla quarta Videx Grottazzolina e dalla terza Elios Messaggerie Catania (entrambe appaiate a 28 punti).
I festeggiamenti Real a fine gara, alla presenza dello sponsor Mondopanna, chiudono un anno da incorniciare per il sodalizio gioiese, tornato ad essere protagonista nel panorama del campionato cadetto.

SESTETTI DI PARTENZA – Mister Serniotti manda in campo la diagonale targata Cortellazzi-Caio, gli schiacciatori Bolla e Galaverna, i centrali Picco e Dutto e, a presidio del reparto arretrato, il libero Prandi.
Coach Passaro risponde con Kindgard in palleggio, Prolingheuer in posto 2, Radziuk e Margutti di banda, Sighinolfi ed Usai al centro e, infine, con Frigo alla guida della linea difensiva.

LA CRONACA – La partenza fulminea della Gioiella non lascia scampo ai padroni di casa della BAM Acqua San Bernardo. Invalicabile a muro con Margutti (3-9 e 4-12, doppia chiusura su Caio) e letale al servizio con Prolingheuer (suoi gli aces del 4-13 e del 4-14), la truppa di capitan Kindgard semina gli avversari (+10 il gap di vantaggio) e si invola verso la conquista del primo set dopo l’errore in attacco di Caio (11-22). A chiudere i conti sul 12-25 ci pensa Radziuk, autore di un pallonetto millimetrico dalla seconda linea.
Al ritorno in campo, la squadra del coach Passaro non frena il suo incedere impetuoso e, affidandosi al servizio di Usai e all’aggressività a muro di Kindgard, si porta sul momentaneo 6-13. Mister Serniotti chiama il time out nel tentativo di scongiurare la nuova fuga biancorossa (8-15) ma, al ritorno in campo, Radziuk continua a macinare punti (8-17). A seguire, Bolla e compagni sono bravi a non gettare la spugna e, con caparbietà, si rifanno sotto negli scambi finali del game (21-23). Ma, ancora una volta, i padroni di casa sbattono contro il duo implacabile Prolingheuer-Radziuk, che appone il sigillo anche al secondo parziale (21-25).
Nell’ultimo atto del match, dopo un inizio equilibrato, la Gioiella cambia marcia grazie allo stratosferico Prolingheuer (11-15). La reazione piemontese arriva per mano di un Galaverna pericolosissimo in battuta (15-17) ma viene prontamente vanificata dal gigante di Munster, un’autentica furia al Pala Ubi Banca (15-19). Il distacco di cinque punti (15-20), però, non spegne le velleità di rimonta dei cuneesi che, con l’exploit di Caio, rimettono in bilico le sorti del game (21-22). Giunti nel momento più importante dell’incontro, è Radziuk a sfoderare tutto il suo potenziale: lo schiacciatore bielorusso cala il tris vincente (21-25), regalando così alla Gioiella l’intera posta in palio.

Ufficio Stampa New Real Volley Gioia – Gianluca Falcone